Napoli

Autocertificazione per il condono edilizio

By:

Autocertificazione per il condono edilizio

L’autocertificazione per il condono edilizio a Napoli è stata prorogata fino al 31 dicembre 2018.

Ovviamente si tratta dei condoni che risalgono alle leggi del 1985, 1994 e 2003.

Dopo il via libera della commissione Urbanistica e soprattutto della commissione  Edilizia, il termine per presentare l’autocertificazione è stato prorogato al 31/12.

L’obbiettivo è di regolarizzare quelle domande sprovviste di autocertificazione per il condono edilizio.

E’ evidente che è una proroga stabilita per recuperare somme in denaro, che attualmente sarebbero una boccata d’ossigeno importante per le esauste casse di Palazzo San Giacomo.

Infatti delle quasi 86.000 pratiche che sono pervenute, le lavorate raggiungono un numero di circa 55.000 pratiche.

Sono queste le pratiche soggetto di autocertificazione dove i pagamenti sono già avvenuti in maniera totale o parziale tramite rateizzo.

Quindi restano da definire 31000 pratiche delle quali quasi 5000 pratiche non possono essere smaltite dalla semplice autocertificazione per il condono edilizio.

Questo perché, essendo pratiche di abuso in zone vincolate,per  la loro complessità meritano un altra tipologia di procedura.

Le restanti 26000 pratiche è valida l’autocertificazione per il condono edilizio, ed è per queste che è stato prorogato il termine di presentazione delle domande di 10 mesi.

Per l’esattezza quelle per le quali è valida l’autocertificazione per il condono edilizio sono dunque 25.905.

La procedura è piuttosto semplice, un tecnico del nostro staff, una volta ricevuto l’incarico, da parte del proprietario, verifica la fattibilità della richiesta, prepara la documentazione necessaria da allegare alla pratica di autocertificazione e quantifica gli oneri da versare all’ufficio condono di Napoli.

Ottenuta la ricevuta del protocollo,  si attenderà i tempi tecnici per un parere obbligatorio.

Share Button

Comments are closed.